BIA (Bibliotheca Iuris Antiqui) - SCHEDA DI ACQUISTO

 

 


English Version

 

Ambiente operativo Windows

L’adozione di un ambiente grafico che è ormai uno standard comune alle più svariate applicazioni consente una serie di funzioni che non era possibile avere con il precedente supporto MS-DOS.

Database multifont latino e greco

La possibilità di gestire i caratteri greci ha permesso l’inserimento di espressioni greche nell’archivio FONTES, nonché la ricerca congiunta con i caratteri latini.

Digesto ed. Mommsen-Krueger

Il testo del Digesto – che costituisce la parte più consistente dell’archivio FONTES – è stato interamente rielaborato, rispetto alla prima edizione, al fine di uniformarlo alla c.d. editio minor (Mommsen-Krueger) nella sua dodicesima edizione (1954, praefatio Kunkel).

Bibliografia 1940-1998

L’archivio bibliografico (OPERA) è stato sottoposto ad una revisione per la bibliografia – relativa al periodo 1950-1989 – già contenuta nella precedente edizione ed è stato altresì arricchito, comprendendo adesso l’intera produzione scientifica degli anni 1940-1998.

 

Sistema informativo integrato sui diritti dell’Antichità

Direzione scientifica di Nicola Palazzolo

 

La base dati Bibliotheca Iuris Antiqui (BIA) su CD-ROM consta di tre archivi integrati sotto un unico programma di reperimento delle informazioni.

FONTES


L’archivio delle fonti è costituito da un fondo documentario di notevole ampiezza contenente la quasi totalità delle fonti giuridiche romane a testo pieno. Il testo elettronico del Digesto, suddiviso in paragrafi (per un numero complessivo di documenti pari a circa 3/5 di quelli presenti in Fontes), rispecchia la c.d. editio minor (Mommsen-Krueger) nella sua dodicesima edizione (1954, praefatio Kunkel). Non comprende tuttavia l'apparato critico, né riporta l'eventuale 'seconda numerazione' dei frammenti presente (fra parentesi) nell'edizione a stampa. Il testo elettronico delle altre fonti giuridiche presenti nell’archivio è ricavato da quello realizzato presso l’Università di Linz (Austria), testo che è stato tuttavia oggetto di un lavoro di
armonizzazione e di adattamento delle indicazioni dei luoghi delle fonti nonché delle inscriptiones e delle subscriptiones, in maniera da renderli compatibili con le usuali modalità di citazione da parte della dottrina moderna.

OPERA


L’archivio bibliografico comprende l’intera produzione scientifica degli anni 1940-1998 relativa al diritto romano, agli altri diritti dell’antichità ed alla storia generale del mondo antico. Si tratta di un enorme patrimonio documentario, comprendente sia le opere pubblicate autonomamente, sia gli scritti contenuti in periodici o raccolte. Tutti gli scritti, oltre alle indicazioni bibliografiche, riportano un'indicizzazione, effettuata dal Gruppo di ricerca
BIA, che costituisce una significativa novità rispetto ad altre bibliografie cartacee o automatizzate: uno o più codici di classificazione per materia, uno o più descrittori relativi all’argomento specifico, e specialmente l’indicazione delle fonti particolarmente discusse.

 

THESAURUS


L’archivio dei codici di classificazione e dei descrittori contiene un insieme strutturato di circa 8000 termini (di cui oltre 6000 descrittori e quasi 2000 non descrittori: sinonimi, quasi sinonimi, contrari, ecc.) che sono patrimonio specifico delle discipline relative ai diritti dell’antichità. Tutti i termini sono tra loro collegati attraverso una struttura classificatoria ad albero, che riproduce la categorie logiche tipiche delle discipline
giuridiche. Il sistema crea inoltre opportuni rinvii tra i termini del linguaggio comune e i termini controllati che costituiscono i descrittori, usati per definire i soggetti dei documenti bibliografici.

 

LA RICERCA IN BIA

Ognuno dei tre archivi può essere consultato sia separatamente dagli altri che in maniera integrata:

Inoltre, il programma consente di "navigare" da un archivio ad un altro, moltiplicando così le possibilità di reperimento. Ad esempio, è possibile passare dal testo di una fonte alla bibliografia ad essa relativa, così come si può verificare su schermo il testo intero di una fonte citata. Ed ancora, da un termine reperito nel testo delle fonti si può risalire agli altri termini che esprimono lo stesso concetto o concetti collegati, e poi nuovamente da questi alle fonti nelle quali essi si trovano o alle opere in cui compaiono come parole del titolo o del sommario o come descrittori. Per una ricerca più mirata, il programma prevede inoltre l’utilizzo degli operatori logici booleani ("e", "o", "non"); la troncatura a destra; la scelta fra una lista sintetica di tutti i documenti reperiti e la lettura completa dei singoli documenti.

Il programma consente infine la stampa su carta o su file di tutti i documenti reperiti attraverso la ricerca in ciascuno dei tre archivi.


Informazioni utili

La banca dati BIA è opera di un gruppo di ricerca diretto da Nicola Palazzolo ed operante presso il Centro Interuniversitario per l’Informatica Romanistica (C.I.R.). La banca dati BIA su CD-ROM sarà periodicamente aggiornata a cura dello stesso gruppo di ricerca.

Per facilitare l’utilizzazione di BIA viene attivata un’interfaccia per l’utente in italiano, francese, inglese, tedesco, spagnolo. È possibile passare in ogni momento da una lingua ad un’altra.

La nuova versione di BIA è stata realizzata per l’ambiente Windows (versione 3.1 o superiore). Per utilizzare il software (disponibile soltanto in versione 'stand alone') è richiesta la seguente configurazione minima di sistema: processore 486 DX/33 Mhz; 8 MB di RAM; lettore CD-ROM a doppia velocità; scheda video SVGA.

L’utilizzazione di BIA su CD-ROM non richiede alcuna particolare competenza informatica: l’interfaccia per l’utente è studiata appositamente per lo studioso che ha poca dimestichezza con il computer. Sullo schermo sono indicate tutte le operazioni che l’utente dovrà compiere. Una guida in linea può essere consultata in qualunque fase della ricerca con un semplice click del mouse. Il programma è allegato ad un manuale per l’utente che contiene tutte le informazioni sul contenuto dei singoli archivi e sull’utilizzazione di BIA.


 

Il gruppo di ricerca autore della banca dati è sempre disponibile per fornire assistenza telefonica, via fax o via e-mail agli utenti del CD-ROM:

Centro Interuniversitario per l’Informatica Romanistica
Tel. +39-095-230370/230413 – Fax +39-095-321654
E-mail: cir@lex.unict.it
Home page: http://www.lex.unict.it/cir/

Condizioni per l’acquisto
La banca dati "Bibliotheca Iuris Antiqui" viene distribuita dalla
Libreria Editrice TORRE snc.
Via Salvatore Gallo, 27 – I-95124 Catania
Tel. +39-095-316621 – Fax +39-095-320455

Il costo del CD-ROM è di EUR 1080,00.

Per i docenti o i ricercatori che intendessero acquistare una copia del prodotto, qualora l’istituto cui afferiscono ne abbia già acquistato una, il prezzo è fissato in EUR 665,00. Tutti coloro che hanno già acquistato la prima edizione di BIA godranno di un rimborso pari a EUR 200,00, previa restituzione del vecchio CD.


© Catania 2002 - Gruppo di ricerca BIA